Sunday, January 22, 2006

Fuoco alle polveri

Secondo dati dell'Organizzazione Mondiale della Sanità ogni italiano perde 9 mesi di vita a causa dell'inquinamento atmosferico. Lo smog porta a ricoveri per malattie cardiovascolari e respiratorie, asma, bronchiti, enfisema, infarti, ictus, trombosi.. e in base a un'indagine condotta nella nostra zona causa più morti degli incidenti stradali.
Nuove colpevoli sono le polveri sottili, dette pm10 perchè il loro diametro è inferiore ai 10micron=10millesimi di millimetro, abbastanza piccole da infiltrarsi negli alveoli polmonari trascinando metalli pesanti e altre sostanze tossiche e cancerogene.
Il dottor Stefano Montanari che giovedì scorso, il 19, ha tenuto a Modena una conferenza proprio sulle nanopolveri, dice che queste «dipendono da tutti i processi di combustione ad alta temperatura: motori a scoppio e dunque traffico, fonderie, inceneritori e termovalorizzatori»; più è alta la temperatura -è il caso dei nuovi inceneritori- più le particelle prodotte sono sottili (fino a 0,1micron!) e dannose, e i filtri esistenti non le riescono a bloccare.
Anche le armi inquinano e le loro scorie han già contaminato e ucciso molti.
Per esempio i proiettili all'uranio impoverito sono pericolosi non tanto perchè radioattivi quanto per lo spargersi nell'aria delle nanoparticelle ricavate dalle cose che inceneriscono.

Se le pm10 provocano 900 decessi in più ogni anno, il biossido d'azoto arriva a 2000, e a 1900 il monossido di carbonio.
Ma concentrarsi sulla diminuzione di un singolo inquinante non basta, poichè gli elementi tossici operano in staff. Il diffondersi delle pm10 è preoccupante proprio per questo: amplifica gli effetti degli altri agenti inquinanti e vanifica i tentativi di ridurli.
Per convertire i veicoli inquinanti in veicoli a metano o Gpl e quindi limitare le emissioni dannose l'Emilia Romagna stanzia (non ho capito se l'ha già fatto o è un progetto) 5milioni di euro (quasi 1milione va alla provincia di Modena).

E i blocchi del traffico e le targhe alterne non servon a niente? beh, quelli che possiedono macchine sia pari che dispari e le cariche pubbliche che hanno "emergenze" (un matrimonio, per esempio) non ne vengono toccati; mentre l´esclusione dei veicoli vecchi discrimina chi non si può permettere di cambiare l´auto, e alimenta il mercato automobilistico.
Con questo tipo di provvedimenti il pm10 diminuisce per qualche giorno ma poi torna come prima. Non sono una soluzione vera, ci voglion interventi strutturali, ma l'unico utile mentre aspettiamo la distribuzione d´idrogeno e metano, è tagliare il numero dei veicoli in circolazione (cosa che tanto prima o poi accadrà, quando il petrolio sarà da ciucciare!).

Fonti: La Repubblica(24/6/'05,14/9/'05,20/1/'06); ReggioNelWeb(24/1/'06)

3 Comments:

Anonymous davidino ha da dire...

Beuccia cara,hai toccato un ottimo argomento.E ,per una volta,ti risponderò alla pari. Spero che questo diventi il mio campo quindi...
1- hai citato troppe volte il termovalorizzatore,la tua è una citazione politica, te lo assicuro. non è per quello che siamo nella popò.e poi piano piano la tecnologia arriverà ad inventare filtri più prestanti.
2- i punti su cui insistere sono: gli impianti di riscaldamento domestico, sono quasi tutti vecchi o da controllare, farlo significherebbe risparmiare soldi ed emissioni, (il ciccio sta a 23 gradi d'inverno e a 19 d'estate! io ho il padre resca ed ecologista e in casa ora stò a 15 e d'estate 27..per farti capire da dove arrivano aumenti e black out: dal comportamento nostro!)
secondo, ma forse più polemico nei tuoi confronti: il parco macchine ha bisogno di idrogeno(ma i potenti come sai ancora non si muovono) metano (io ce l'ho e i potenti a piccoli passi lo stanno facendo sapere) ma sopra ogni cosa ci vuole un rinnovamento del parco macchine!!!non è per fare arricchire i concessionari,non cadere nel tranello proletario,ho studiato voalori di emissione e ci metto la mano sul fuoco...i vecchi diesel e i benzina (dagli euro 1 in giu) sono un disastro...
Fidati di davidino

 
Blogger sibyl*vane ha da dire...

grande volevo proprio il parere dell'esperto! io non è che segua molto la scena amministrazione-ambiente. quando mi ricordo..
1- lo ammetto, ho spinto il tasto dell'inceneritore, memore anche delle manifestazioni libertarie a modena. ma dico, sapendo in anticipo che inquinano, si dovrebbero installare solo a filtri adatti già pronti..
2- brrr hai ragione. ogni piccolo sforzo casalingo a questo punto è importante. bisogna centellinare l'energia nonché l'acqua. ogni resca docet!
3- x il parco macchine: in effetti i catorci sono una calamità e l'idrogeno arriverà, boh, tra 20 anni? e anche i mezzi pubblici sono costosini costosetti (x non parlar dei treni, adesso che han tolto quasi tutte le linee Interregionali ci si dissangua!!!). dai allora intanto ti faccio pubblicità:
concessionaria Lancia, via 4 passi, Formigine(MO).
;) tanto la gente gira lo stesso, quindi è meglio che compri la macchina da voi ambientalisti!

 
Anonymous Anonymous ha da dire...

Hmm I love the idea behind this website, very unique.
»

 

Post a Comment

<< retourne à la Maison